La Meizoun de Barbamarc - Agriturismo FrancoProuvensal

EVENTI / NEWS



In primo piano





Barbamarc cene a tema: la psicosintesi

A cena con... Andrea Bilotta

Sabato 30 luglio
Ore 20.oo cena Rigorosamente su prenotazione al numero 336217663
Ore 21.30 presentazione Psicosintesi con Andrea Bilotta, Facilitatore della relazione d'aiuto ad indirizzo psicosintetico

Maschere, scintille e matriosche

La psicosintesi è lo strumento per armonizzare la molteplicità dell'animo e diventare padroni della nostra vita







Barbamarc compie 25 anni

Merende sinoire a tema: La Grande Odysèe

Sabato 22 agosto
con il musher Tiziano Ruffa
Rigorosamente su prenotazione al numero 336217663

Segui gli aggiornamenti!










Barbamarc compie 25 anni

Il 5 agosto festeggiamo 25 anni di attività

Giovedì 5 agosto, giorno della Madonna della Neve , festeggiamo i 25 anni di attività e invitiamo tutti i clienti, nuovi e non, a trascorrere la serata alla meizoun! Alle ore 21.00 ci sarà la proiezione del docufilm "Lou tsamin francoprovensal"


Segui gli aggiornamenti!











Merende sinoire a tema

Merende sinoire a tema
Sabato25 Luglio 2015, ore 19.00

Il lupo sul nostro territorio

Filmati di Ezio Giuliano Filmaker - SOLO SU PRENOTAZIONE
(336216763 oppure info@barbamarc.it)
Euro 15









Tsant'an tsamin + Blu L'azard
27 settembre, ore 14.00

Canta in cammino e concerto a ballo

  • Ore 14.00 - Ritrovo in Piazza d'Armi Susa: pullman per trasferimento a Pian delle Rovine.
  • Ore 15.00 - Partenza della camminata
  • Ore 19.00 - Cena organizzata dalla Pro Loco di Susa, salone Mons. Rosaz (10 euro a persona)
  • Ore 21.00 - Concerto a ballo con i Blu L'azard, presentazione del cd ENFESTAR. Salone Mons. Rosaz

Apericena musicale con Blu L'azard, musica francoprovenzale, occitanatsantantsamin_2014_fronte_pic - Meizoun de Barbamarc

Tsant'an tsamin V edizione

Pian delle Rovine / Giaglione - Susa. Percorrendo il Sentiero dei Monaci e Sentiero delle Gorge.
La camminata si snoda lungo sentieri e borgate storiche, tra scorci naturalistici e la voce dei suoi partecipanti. Gigi Ubaudi e Flavio Giacchero ci accompagneranno con canti francoprovenzali e occitani, dal repertorio della tradizione alle composizioni contemporanee, dai giochi alle filastrocche per finire con i versi e canti di lavoro. Molti dei brani sono parte del progetto "Dançar a la chantarela / Balà an chantant" del gruppo Blu L'azard, che ritroveremo a Susa per la presentazione del cd "Enfestar".
Dalla località Pian delle Rovine si imbocca la strada tra le case dei Cresti (1065 m.slm) e si scende su mulattiera con sosta sui calanchi, per proseguire fino a Giaglione. Dalla borgata di San Lorenzo si segue il sentiero delle Gorge (castello Menate 705 m.s1m). Salita sul roccione di Piera Tsarva e visita al salto sulle Gorge; si attraversa la borgata di Santo Stefano e si scende a Susa nel centro storico.



Apericena musicale con Blu L'azard, musica francoprovenzale, occitanatsantantsamin_2014_fronte_pic - Meizoun de Barbamarc

Blu L'azard presenta il cd "Enfestar"

Ballo cantato in occitano e francoprovenzale e francese
L'eco dei canti di tsant'an tsamin giunge attraverso i sentieri fino a Susa, dove la voce guiderà i passi dei ballerini sulle note dei Blu L'azard. La prassi di danzare sulla voce degli stessi partecipanti al ballo è antica così come ballare sul canto di esecutori esterni: dalla magia delle filastrocche all'incanto di un ballo cantato, una nuova creazione tra tradizione e contemporaneità. Il disco è parte del progetto artistico "Danpar a la chantarela" / "Balà an chantant" (in occitano il primo, in francoprovenzale il secondo), progetto ideato dalla Chambra d'Òc per la Provincia di Torino nell'ambito della rassegna "Chantar l'uvem" 2013-2014 e affidato al gruppo musicale Blu l'Azard.
ENFESTAR indica il sentimento del rallegrarsi, risollevare l'umore. Nell'accezione di en-festar vuol dire "portare la festa" ma può significare anche "infestare" e cioè diffondere un'idea di musica e di dare significato e, per ironia, di cui è ricca la tradizione popolare, infestare un'idea e un suono contemporaneo della musica tradizionale.


Apericena musicale con Blu L'azard, musica francoprovenzale, occitana - Meizoun de Barbamarc




11 agosto alle 18.30
Apericena musicale con Blu L'azard

La meizoun propone un apericena sotto le stelle in compagnia dei Blu L'azard, gruppo di minoranza linguistica francoprovenzale, francese e occitana, che propone un ballo cantato: musica tradizionale e creativa
Vi aspettiamo lunedì 11 agosto a partire dalle 18.30 e dalle 21.00 si balla!
Vi preghiamo di confermare la vostra presenza via mail oppure al numero 336216763


La prassi di danzare sulla voce degli stessi partecipanti al ballo è antica così come ballare sul canto di esecutori esterni. Sebbene si tratti di una pratica attestata in molte culture del mondo, cantare sul ballo era comune nell'Europa medievale e rinascimentale ed è una tradizione che anche nelle regioni di lingua occitana e francoprovenzale è stata documentata, in un continuum storico, all'incirca fino alle due grandi guerre, periodo che segna per gran parte dell'Europa stravolgimento e cambiamento.
Ma cantare su un ballo, a ben vedere, perdura senza interruzione temporale, ne sono infatti esempio i girotondi, le filastrocche e i giochi che ancora i bambini eseguono, ignari di essere forse i diretti portatori della tradizione più antica, di estrazione magica. Ed è anche con queste considerazioni che ‘nasce e ha preso forma il gruppo artistico BLU L'AZARD con il progetto di “Dançar a la chantarèla/ Balà an chantant”.
Ogni tradizione musicale è sempre stata mutevole, in trasformazione continua, in sintesi: creativa. L'approccio del gruppo è, nel rispetto delle necessarie regole esecutive finalizzate al ballo, personale e creativo. Il fine è condividere un'esperienza che non sia stereotipata o autoreferenziale ma che sia comunicazione e che attraverso la partecipazione del pubblico sia possibile non solo ascoltare il suono delle nostre lingue minoritarie (occitano, francoprovenzale e francese), ballare danze tradizionali, ma anche ascoltare creatività contemporanea.

BLU L'AZARD è un gioco di parole e linguaggi: azard (in fr. hasard) significa caso, possibilità, occasione ma anche destino, quindi azard potrebbe significare anche l'azzardo ma se scritto l’azard, sia in francoprovenzale che in occitano, significa "ramarro" (in fr. lézard), la grande lucertola colorata caratterizzata da uno spiccato senso della curiosità. Così il nome del gruppo può indicare un "blu ramarro", che è uno dei colori più vistosi di questa grande lucertola, oppure un poetico "blu destino", un "destino blu", il "blu del caso", un "blu della possibilità", il "blu dell'azzardo", il "blu del Romanticismo"... e così via, ognuno può scegliere l'immagine e la metafora che preferisce, preferibilmente colorata e che il destino, il caso o un ramarro ci faccia incontrare.




5° Trofeo Barbamarc per il Gioco del Ferro - Meizoun de Barbamarc


Quinto Trofeo Barbamarc per il Gioco del Ferro

L'associazione culturale GIOCO DEL FERRO, in collaborazione con la Meizoun de Barbamarc, organizza il 5° Trofeo Barbamarc
Ritrovo alle ore 15.00 di Venerdì 23 agosto 2013 in Località Prà Plan - Santa Chiara

(scarica la locandina)






L'urlo del Moncenisio, racconto di Marco Rey, illustrazione di Alessandro Villa - Meizoun de Barbamarc


Nella notte dei tempi al posto delle onde nel lago del Moncenisio ribolliva la lava… la bocca del cratere gorgogliava spaventosa, tutte le cime erano nere, minacciose. Cenere, zolfo, lava e fumo dappertutto....

(leggi il racconto)

Lou bralh de peclo dou Mounsenì _ L'urlo pietrificato del Moncenisio - il nuovo racconto di Marco Rey from chambradoc on Vimeo.





IV trofeo Barbamarc, Gioco del ferro Mattie-Meana - Meizoun de Barbamarc

L'Associazione culturale GIOCO DEL FERRO in collaborazione con l'agriturismo Meizoun de Barbamarc organizza il 4° TROFEO BARBAMARC

Ritrovo ore 15.00 di SABATO 25 AGOSTO 2012
Località: Prà Piano - Santa Chiara (1500 m)

Quarto trofeo Barbamarc

guarda le immagini dell'anno scorso...


Sommet du Mont Dolent - Meizoun de Barbamarc

2ème Sommet du Mont Dolent
Rencontre internationale pays de Savoie - Valais - Vallée d'Aoste
Voix et Voies Alpines

26 novembre 2011, Variney


visualizza il documento dell'incontro - > leggi l'intervento di Barbamarc


La Madlèina, 27 giugno resistenza no tav! - Meizoun de Barbamarc

La Madlèina, 27 giugno 2011
La Madlèina: féta, cultura è libertà
an counviveunse per ina dzeusta rèisoun
countra la politica sporca, lou malafare di ladroun



... leggi e ascolta







Gioco del Ferro, III Trofeo Barbamarc
In collaborazione con l'associazione Gioco del ferro Mattie - Meana si organizza il "Trofeo Barbamarc". Dopo quattro ore di gioco ininterrotto, Meana si aggiudica l'ambito trofeo. La giornata si conclude nel ristoro con una grande festa.

>> continua



2010


Tsamin francoprovensal, cammino nella regione francoprovenzale - Meizoun de Barbamarc

Partenza 27/06 SUSA
Arrivo 24/07 SUSA

Cammino tra cultura, lingua, montagna e storia

Dal 27 giugno al 24 luglio 2010, 28 giorni di percorso, 500 chilometri in viaggio tra: Piemonte, Savoia, Alta Savoia, Vallese svizzero, Valle d’Aosta... >> continua




Per la sezione 'gente di provincia' del quotidiano La Stampa del 6 giugno Valter Giuliano parla di Barbamarc - Meizoun de Barbamarc







Per la sezione "gente di provincia" del quotidiano La Stampa del 6 giugno
Valter Giuliano parla di Barbamarc ...
>> continua









La ferrovia Fell del Moncenisio, un treno a Dzalhoun - Meizoun de Barbamarc

La ferrovia Fell del Moncenisio, un treno a Dzalhoun
7 marzo 2010

Un’ escursione guidata lungo i sentieri di Giaglione (TO) alla riscoperta degli ultimi resti della ferrovia Fell attraverso le gallerie in roccia ed i suoi manufatti.

Ritrovo alle 10,00 in località Pradzuva a Giaglione, al bivio per il paese lungo la statale per il colle del Moncenisio.

Pranzo al sacco.
Partecipazione gratuita previa
prenotazione ai numeri
3381163110 - 336216763


Per informazioni contattaci
      oppure info@musmuris.it
















   >> Maggiori dettagli
   Per informazioni contattaci!











2009


Dylan e Cheyenne, Pastori della Brie - Meizoun de Barbamarc

Nati i cuccioli di Cheyenne

L'11 novembre sono nati i 9 cuccioli di Cheyenne e Dilan, i nostri due Pastori della Brie (con Pedigree) di uno e due anni.

>>continua...





EURO COM ROM - Corso di formazione intensivo

EuroComRom - Corso di Formazione intensivo GRATUITO
Un cammino verso il plurilinguismo per l’apprendimento delle lingue romanze

EuroComRom - Cors de formacion intensiu Un chamin vers lo plurilinguisme per aprene las lengas romanicas

24 agosto 2009 - 28 agosto 2009 al Ce.S.Do.Me.O. di Giaglione

Convenzione pernottamento Meizoun de Barbamarc – Frazione Santa Chiara – Giaglione (TO) – Rifugio
Costo 4 notti mezza pensione: 160€


Visita il sito www.cesdomeo.it per ottenere informazioni sul corso




TROFEO BARBAMARC gioco del ferro
Mattie - Meana

Mercoledì 19 agosto

TROFEO BARBAMARC gioco del ferroMattie - Meana

Il gioco del ferro è una pratica molto antica, si pensa risalga al Medioevo.
Da allora si è mantenuta ed è giunta fino a noi con scontri interminabili fra i paesi di Mattie e Meana. Il gioco del ferro viene praticato tutte le domeniche, dallo sciogliersi della neve fino a quando l'erba comincia a crescere.

Il pianoro di Pra Plan, a Santa Chiara, si presta magnificamente a questa pratica.
In collaborazione con l'associazione Gioco del ferro Mattie - Meana si organizza il "Trofeo Barbamarc".
Dopo quattro ore di gioco ininterrotto, Meana si aggiudica l'ambito trofeo. La giornata si conclude nel ristoro con una grande festa.




Sulle tracce di Annibale

Mercoledì 12 agosto

Un gruppo di studenti dell'Università californiana di Stanford, capitanati dal Prof. Patrick Hunt è alla ricerca delle tracce del passaggio di Annibale sul nostro Colle Clapier.

Mercoledì 12 agosto Barbamarc li ha guidati alla scoperta del colle di Savine Coche, un passaggio secondario ai nostri giorni poichè corrisponde alla depressione creatasi in seguito al crollo del Rocher Penible, la montagna che sovrasta ancora oggi il termine del colle.
La zona del Savine Coche è però con maggiori probabilità la via di transito dell'antichità: offriva infatti un ampio altopiano facilmente raggiungibile dalla strada romana presente in Valle di Susa, che rappresentava un'importante via di comunicazione con la Gallia attraverso il colle del Monginevro.

Attendiamo il ritorno del gruppo di Stanford, nella prossima estate, per continuare le ricerche del professor Hunt.


Jumbo ritorna sul Colle Clapier

Jhonn Hoite e gli elefanti
29 luglio


British alpine Annibal expedition 1959 Con questo titolo i giornali dell’epoca raccontavano di Jumbo, l’elefante che il venticinquenne inglese Johnn Hoite conduceva sulle tracce dei trentasette elefanti di Annibale al colle Clapier.
Allora sponsorizzato dall’università di Cambridge, per dimostrare la possibilità del passaggio degli elefanti sulle alpi, conquistò l’attenzione di tutti i media con grande copertina sulla domenica del corriere.

29 luglio 2009: Carole Meunier de l’auberge de la jeunesse de Lanslebourg e Barbamarc curano la logistica per celebrare il cinquantenario ed il colle Clapier ritrova Jhonn Hoite ed suoi compagni di allora, Sir Richard Jolly ed Elisabeth Goldsmith a valicare i sentieri tra Bramans e Giaglione.
I due settantacinquenni accompagnati da un nutrito gruppo di parenti ed affezionati sostenitori dopo un aperitivo ed un saluto del sindaco di Bramans partono dal Planei nel vallone di Bramans per salire al piccolo Moncenisio, il sindaco di Lanslebourg li accompagna fino al colle Clapier dove si svolge la cerimonia a ricordo della spedizione del 1959 e dopo inizia la difficile discesa del versante Giaglionese.
Le valanghe hanno completamente distrutto il sentiero ma la marcia del gruppo inglese prosegue ed arriva al fondo della Val Clarea.
Il comune di Giaglione riceve ufficialmente gli ospiti nella sede del Cesdomeo dove Hoite racconta emozionato l’esperienza di allora.
Conclude la giornata la cena al ristorante della Posta di Novalesa dove viene consegnata una pergamena a tutti i partecipanti alla camminata, con stile ed etichetta tipicamente inglese.

Anche quest’anno gli altopiani di Savine e del colle Clapier ospiteranno gli allievi del professor Hunt, dell’università americana di Stanford, che da diversi anni sondano i terreni con metodi geologici alla ricerca di reperti per confermare definitivamente il passaggio del grande condottiero cartaginese sul colle Clapier.

Il massiccio Ambin ed il Clapier hanno ancora molte cose da raccontare.


PREMIO OSPITALITÀ ITALIANA 2009

C’è tempo fino al 31 agosto

I turisti che visitano la nostra struttura possono esprimere il loro voto e contribuire così all’elezione della “regina” delle imprese turistiche del nostro Paese.

VOTATECI, potrete così partecipare al concorso a premi e aggiudicarvi uno dei 25 voucher hotel del valore di 200 euro o uno dei 100 voucher ristorante del valore di 50 euro spendibili nelle strutture del circuito “Ospitalità Italiana” da voi preferite.

Meizoun de Barbamarc - Marchio Ospitalità Italiana VOTARE E' SEMPLICE:
basta inviare un SMS al numero 339.99.45.13.58 digitando il codice della nostra struttura (9514) seguito da uno spazio e un voto in cifre da 1 a 10; si può votare anche dal sito Internet www.premiospitalita.it.

Il crescente successo delle scorse edizioni, ha portato il Premio Ospitalità Italiana di Isnart e delle Camere di Commercio ad essere trasmesso sulla RAI nel dicembre 2008.
Si rinnova anche quest’anno la sfida aperta alle oltre 4400 imprese che da nord a sud hanno ottenuto il marchio di qualità Ospitalità Italiana.

L’invito è aperto davvero a tutti: votate la nostra struttura per cercare di arrivare da protagonista alla serata di gala finale in programma il prossimo autunno che decreterà la vincitrice del Premio dei Premi, cioè la regina assoluta dell’Ospitalità in Italia per l’anno 2009.





2008


Barbamarc partecipa alla Grande Odyssée

gennaio 2008

LA CORSA DI CANI PIU’ DIFFICILE AL MONDO
Mille chilometri sottozero da Parigi alla Maurienne, con anello finale sul lago del Moncenisio. LA GRANDE ODYSSEE è una competizione internazionale di cani da slitta che si volge in Francia, partirà da Parigi il 4 gennaio e fino al 16 gennaio toccherà la Svizzera, l’Alta Savoia, la Savoia ed in Maurienne avrà come cornice il lago del Moncenisio.
La Grande Odissee è una competizione eccezionale nel panorama delle grandi corse. ( Iditarod, Yukon Quest ) per i grandi dislivelli delle Alpi, per il suo formato misto e per la difficoltà tecnica delle piste di montagna molto diverse dalle piste larghe e piatte del grande Nord. I concorrenti iscritti arrivano da dieci nazioni e noi saremo gli unici italiani è porteremo i colori della Comunità montana Alta Valle Susa, Provincia di Torino e regione Piemonte a ribalta mondiale.
La corsa prevede 1000 chilometri di percorso per un dislivello di 25000 metri, per consecutivi quindici giorni ci saranno prove notturne e partenze a tutte le ore, i mushers avranno a disposizione 14 cani, un massimo di 10 saranno utilizzati per la slitta e gli altri serviranno per le sostituzioni.
Barbamarc partecipa alla Grande Odyssée Lo sleddog è attività ancestrale vecchia più di cinquemila anni, il cane è senza dubbio il primo mezzo di trasporto per l’uomo e anche per queste ragioni La Grande Odissee è la dimostrazione del risultato di grande complicità tra uomo e cane, ci propone una fruizione della natura e dei grandi spazi montani in un modo rispettoso dell’ambiente e non impattante. Nei paesi nordici i cani erano il mezzo di trasporto per eccellenza e le prime competizioni si ebbero in Alaska ad inizio secolo, nel 1973 nasce la mitica IDITAROD gara di 1800 chilometri da Anchorage a Nome, per ricordare la storica staffetta di slitte che portando il vaccino salvò la comunità di Nome da un’epidemia di difterite.
Noi parteciperemo alla competizione con gli Alaskan Husky della scuola sleddog del Moncenisi e stiamo eseguendo un nutrito programma di allenamento, il musher ha un passato di gare di alto livello in Europa ed America, oltre alle capacità tecniche e l’affiatamento con i cani in queste grandi competizioni è indispensabile controllare lo stress emotivo dato che oltre alle difficoltà tecniche e di gara bisognerà affrontare giornalmente televisioni e giornalisti. La dimensione del grande evento prevede un regolamento molto rigido, sono previste sette ore di trasmissioni televisive sia sulla gara che tra le quinte, quindi i concorrenti all’arrivo di ogni tappa dovranno essere a disposizione dei giornalisti per le interviste e sopportare le telecamere in ogni ora della giornata.
La grande competizione è sponsorizzata dal gruppo di energie rinnovabili attraverso il programma “CO2solidaire” che conferma il totale rispetto del territorio e degli animali e vuole sensibilizzare il pubblico al giusto rapporto con la natura.
Oltre al grande evento sportivo La Grande Odysse trasmette in tutto il mondo l’immagine delle nostre montagne, il Moncenisio è politicamente Francese, ma orograficamente è Val Cenischia e nel cuore è dei Valsusini, è una grande vetrina per la rivalutazione del nostro territorio e in sintonia con quanti amano le montagne ancora incontaminate e sperano di preservarle.


Gran Rotsa (Dzalhoun) - Primo raduno di arrampicata

Primo raduno di arrampicata Val Clarea Giaglione
2 giugno 2008
Giornata di avvicinamento all'arrampicata offerta dalle guide alpine altox

In occasione del raduno l'agriturismo Barbamarc di Santa Chiara propone merenda sinoira Francoprovenzale al buffet con T-shirt ricordo a 15 €

Gradita prenotazione al 33621673 - 3292457229
Locandina del Primo raduno di arrampicata Val Clarea Giaglione.


Corsi di educazione cinofila

Campi di addestramento Santa Chiara e Giaglione
Soluzione ai problemi di ubbidienza e relazione
Educazione cuccioli
Escursioni, dog-trekking

1/2 giornata
Primo contatto con l'educazione del proprio cane
Corso completo:
8 lezioni 1/2 giornata
4 weekend con pensione completa

Corsi di educazione cinofila a Santa Chiara e Giaglione

DOVE SIAMO

CONTATTACI

NEWSLETTER

EVENTI/NEWS

LINKS

Agriturismo La Meizoun de Barbamarc a Giaglione - Agriturismo FrancoProuvensal





Agriturismo La Meizoun de Barbamarc a Giaglione - Marchio Ospitalità Italiana visita il sito www.qualazampa.it. Il link aprirà una nuova finestra del browser
La Meizoun de Barbamarc - Agriturismo FrancoProvensal - Fraz. S. Chiara GIAGLIONE (TO)
Tel +39 0122629045 / Cell +39 336216763 | E-mail: per evitare spiacevole spamming abbiamo deciso di non pubblicare questo indirizzo in chiaro. Per scrivere all'agriturismo barbamarc Vi preghiamo quindi di copiare ed inserire l'indirizzo nell'apposito campo del Vostro messaggio di posta elettronica